"Ero innamorata dell'amore, e ho fatto di tutto per sapere che cosa sia,ma a quanto pare la natura mi ha negato un cuore capace di amare, di soffrire pene d'amore. Più in là di un basso piacere io non posso andare..." (Stendhal, "La certosa di Parma")

lunedì 16 gennaio 2012

Vuoto a perdere

In questi giorni sono stata altrove, con la testa e anche con il corpo. Ci sono stati i (soliti) momenti negativi, ma anche momenti positivi. Ho avuto la tentazione più di una volta di accendere il pc a notte fonda e sfogarmi di tutte le mie frustrazioni come ho fatto in quest'ultimo periodo, però mi sono imposta di non farlo, che crogiolarsi su quanto non andava non migliorava la situazione, anzi forse la peggiorava, perchè ci stavo a pensare troppo.
Non è cambiato niente rispetto a quando ho "elaborato" questi pensieri, ma cerco di avere un atteggiamento positivo, perché in realtà della vita c'è ben poco: oggi siamo qui, sorridiamo, piangiamo, sprechiamo tempo a pensare cose inutili o ci prodighiamo per gli altri, poi accade un disastro e... il nulla!
Oggi ho avuto la costatazione che, con un atteggiamento positivo, l'approccio con gli altri è totalmente diverso, non perfetto, ma migliore. Dico questo perchè mi è stato proprio sottolineato che oggi ero di buon umore, a tal punto da insistere nel chiedere se fosse successo qualcosa, quando in realtà non è successo proprio un bel niente!
Davanti a certi "incidenti", disgrazie, come quella capitata ai passeggeri della Costa Concordia, che, più ci penso, più mi sembra un'assurdità che sia potuta succedere nel "2012" una cosa del genere, mi  chiedo se sto andando nella giusta direzione o se mi sto perdendo pensando "troppo"!
Ecco perchè sono stanca di scrivere su questo blog parole su parole che mi sembrano quasi il latrato di un cane... mi sento quasi ridicola a lamentarmi per così "poco", quando nel mondo succede così "tanto".


13 commenti:

  1. credo che sia inutile dirti che mi è piaciuto leggere queste parole...
    sono convinto che tu abbia fatto un salto in avanti rispetto a qualche tempo fa' ma soprattutto verso un modo diverso di vedere la vita, di volerla affrontare, un salto verso una buona maturità come persona.
    Il risultato più bello è stato avere il ritorno dagli altri ("mi è stato proprio sottolineato che oggi ero di buon umore").
    Non è vero che non è successo proprio un bel niente: stai iniziando ad aprire le tue ali e mostrare al mondo la loro bellezza.
    La vita è legata ad un filo anche se è una frase fatta; ci vuole poco, davvero poco per perderla.
    Viverla per viverla è meglio cercare di vivere al meglio, positivamente, sorridendo alla vita.
    Sono fiero per come stai migliorando te stessa, spero non ti passerà la voglia di scrivere sul tuo blog.
    Riccardo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornato Riccardo!
      Per qualche giorno ho temuto che tu avessi abbandonato la lettura del mio blog (e non ti davo torto per averlo fatto!) e mi dispiaceva, perché con i tuoi commenti mi facevi riflettere sul serio su quello che realmente pensavo e, specie negli ultimi giorni di tua assenza dai commenti del mio blog, ho iniziato a considerare tutto ciò che è successo in quest'ultimo periodo e che è documentato nero su bianco post dopo post.
      Alcune tue parole scritte in precedenza mi rimbombavano nella testa in continuazione, al punto tale da convincermi che era davvero arrivato il momento di agire e di pensare positivo: ho capito da dove dovevo iniziare se volevo che avvenisse un minimo cambiamento!
      Per quel che riguarda il blog non credo che lo abbandonerò, anzi spero, nonostante la mancanza di tempo, di riuscire a curarlo ancora di più, ho già qualche modifica in progettazione!
      Grazie sempre per i tuoi preziosi commenti

      Elimina
    2. Ciao Claudia! Ho appena visto il tuo commento al mio post sull'alfabeto, ti ho risposto!
      Quando hai tempo, passa da me, c'è una sorpresa per te! :)

      Elimina
    3. Ti ho risposto in entrambi i post! Grazie di nuovo! :)

      Elimina
  2. Ciao Claudia!
    in realtà non me ne sono mai andato :)
    quasi quotidianamente faccio un salto qui nel tuo diario curioso di leggere e verificare i passi che ultimamente stai facendo ;)
    Se non ho commentato è perchè magari altri lo hanno fatto e, sinceramente, non volevo fare la fine del Grillo Parlante XD
    E' davvero bello e ammirevole il lavoro che stai facendo su te stessa e il cambiamento lo si vede nei testi e addirittura nei commenti: ti sorride il cuore ;)
    Ora non puoi più tornare indietro :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Riccardo!
      mi fa piacere sapere che non mi hai "abbandonata" e, inoltre... ti confesso che sei un bravissimo Grillo Parlante! ;)
      Sono contenta di riuscire a comunicare quello che sento e di essere in grado di trasmetterlo anche qui e sai che ti dico?? Non voglio più tornare indietro!! :D

      Elimina
    2. è bello vederti splendere di luce propria
      come è bello sentirti dire che non vuoi più tornare indietro. =D
      Ovviamente non potrà sempre girare per il verso giusto e quando accadranno i "momenti no", ricordati che piano piano saranno sempre meno e comunque in minima parte rispetto al resto...
      Trova qualcuno con il quale sfogarti (povero cugino ti è vicino XD ) e non dimenticare che
      "una gioia condivisa è una gioia doppia un dolore condiviso è un dolore dimezzato"...
      ovviamente rendilo partecipe anche quando stai bene XD

      Elimina
    3. Ahahah se vi rendessi partecipi solo dei momenti no sarei una persona terribile da frequentare o, in questo caso, da leggere!!
      Temo molto i momenti no, che fondamentalmente sono sempre dietro l'angolo, ma credo di avere una corazza leggermente più dura per poterli affrontare!! ;)
      Per quel che riguarda il tuo "aforisma", non sono molto d'accordo, nel senso che, utopicamente, credo che sia una cosa bellissima, se si realizzasse, ma per come stanno le cose (o forse semplicemente le cose che mi circondano), noto che se le cose mi vanno "bene", anche nella maggior parte delle persone che considero "amiche" c'è quel filo di invidia che, sai, non è molto bello percepire; quando le cose vanno "male", mi ritrovo sola o quasi, o peggio non capita, perché sono ritenuta da tutti la "superdonna" che non può avere problemi, la cui vita è perfetta. Lascio perdere di parlare di quelli che ci godono se qualcosa mi va storto perché farei un romanzo!

      Elimina
    4. è normale che tu tema i momenti no...
      altrimenti non saresti... normale =D
      se hai fatto caso, proprio perchè è difficile riuscire a trovare un "vero amico", ti ho ricordato tuo cugino che mi pare sia una persona splendida (no, non mi ha pagato XD) tranne il fatto che... fuma =D (e vabbè, nessuno è perfetto :D )
      In merito a quel filo d'invidia delle persone che hai attorno...
      impara a "ribaltare" le cose negative; vedila come tua soddisfazione, come il risultato del lavoro che stai facendo.
      se hai bisogno di sfogarti... c'è qui il tuo blog ;D
      p.s. in merito al fatto che sei considareta una "superdonna" permettimi di darti una dritta:
      non dimenticare mai che in qualsiasi momento le risposte che cerchiamo sono dentro di noi...
      bisogna solo imparare a fermarsi ed ascoltare noi stessi, credimi :*

      Elimina
    5. ops... era "considerata" ah ah
      un abbraccio ;)

      Elimina
    6. Ogni tanto cerco di essere "anormale", solo che ogni volta mi ripeto che è sempre meglio rimanere così come sono (se di normalità si può parlare!).
      Sicuro che mio cugino non ti abbia pagato neanche un cent?? XD
      Per il discorso del fumo mi spiace deluderti dicendoti che anche io... fumo (lo so che sono stupida ma sto cercando di arginare questo brutto vizio!).
      Per il resto concordo assolutamente con te, hai ragione, come sempre!
      Ricambio l'abbraccio ;)

      Elimina
  3. Ciao! Passa da me, c'è una sorpresa per te!:)

    http://scarabocchidipensieri.blogspot.com/2012/01/un-premio-per-il-blog.html

    RispondiElimina

Post più popolari