"Ero innamorata dell'amore, e ho fatto di tutto per sapere che cosa sia,ma a quanto pare la natura mi ha negato un cuore capace di amare, di soffrire pene d'amore. Più in là di un basso piacere io non posso andare..." (Stendhal, "La certosa di Parma")

venerdì 29 marzo 2013

Auguri (in ritardo) al mio blog!



Ebbene sì, ieri il mio blog ha compiuto due anni!
Provo a ricordare da cosa mi sia scaturita l'idea due anni e un giorno fa, ma non mi viene proprio in mente, sta di fatto che non avrei mai pensato di arrivare fino a qui.
Certo, è chiaro che non sia un epilogo brillante quello di questo secondo anno trascorso, né per quel che riguarda il blog né per quello che riguarda la mia vita.
Analizzando innanzitutto il blog, che comunque è il protagonista dato che gli anni li compie lui, sono con 147 post all'attivo, appena 51 in più dell'anno scorso, con una media che è scesa da una decina al mese ad appena 3 se il vento è a poppa. Sfondo deprimente, le immagini scarseggiano ad accompagnare i post, le barre laterali rimangono tali e quali per mesi e mesi. Spero che vivrà giorni migliori questo blog, è ancora così giovane e già così malandato!
Credo che quello che mi fa continuare a scrivere sia l'affetto che sento ogni qual volta, anche dopo millenni, decido di scrivere qualcosa! Sento quell'empatia, quella solidarietà che, seppure da persone che in realtà non ho mai visto di presenza, mi sembra invece di conoscerle da molto tempo e soprattutto di essere capita da loro. Sarà che la maggior parte di voi ha mostrato una foto per cui quando leggo un commento o un post di quella persona la immagino e mi sembra tutto così reale, il che è assurdo da un punto di vista empirico per un mondo così virtuale!
Passando a me, che mi assegno meritatamente il premio di "Persona più fortunata di marzo 2013 e dintorni", sono nell'ennesimo periodo no che mi porta ad essere triste, solitaria, eternamente infelice, eternamente fuori posto. Riesco a tollerare poche cose e poche persone e mi sento davvero frustrata. Sembro tutto fuorché il ritratto della gioia di vivere!

Eppure sono qua. E continuo a scrivere. Seppure con un giorno di ritardo, tanto per confermare che non è proprio periodo, sono qui a ricordarmi e a ricordarvi che sono qui da due anni e che questo spazio arricchisce la mia vita e la rende un po' più completa, meno solitaria a volte, capace di regalarmi un sorriso quando quello che mi circonda mi fa solo stare giù.

Grazie, a tutti voi!


3 commenti:

  1. .non è la quantità che conta, quanto la qualità, l'impegno, la passione...auguri*

    RispondiElimina
  2. Cara Claudia,
    innanzitutto augurissimi al tuo blog, logicamente in ritardo, ma per me quest'anno è tutto un rincorrersi e un fare mille cose alla volta. Arriveranno anche giorni più calmi mi auguro!
    Auguri a questo spazio tuo e che ti fa rendere così naturale scrivere, auguri al tuo blog che è sempre una ventata d'aria fresca, e mica di aria qualunque, bensì di quella sicula! ;)
    Sai che non ho ancora ben capito come ci organizziamo con i commenti? Nel senso che ti rispondo sempre da me, ma non vorrei che ti perdessi le risposte. Insomma tu dimmi come sei più comoda che ci mettiamo d'accordo. Penso che i momenti altalenanti nella vita ci sono e ci saranno sempre, tuttavia l'importante è riuscire a trovare sempre l'entusiasmo e la passione giuste. Almeno io la vedo così, quindi non ti preoccupare del blog, che poi tu dici che è malandato mentre secondo me non lo è! :)
    Un abbraccio e i migliori auguri per una lieta Pasqua!

    RispondiElimina

Post più popolari